Visualizzazioni totali

lunedì 16 febbraio 2009

- charles baudelaire - l'uomo e il mare


Sempre il mare, uomo libero, amerai!
perché il mare è il tuo specchio; tu contempli
nell'infinito svolgersi dell'onda
l'anima tua, e un abisso è il tuo spirito
non meno amaro. Godi nel tuffarti
in seno alla tua immagine; l'abbracci
con gli occhi e con le braccia, e a volte il cuore
si distrae dal tuo suono al suo
selvaggio ed indomabile lamento.
Discreti e tenebrosi ambedue siete:
uomo, nessuno ha mai sondato il fondo
dei tuoi abissi; nessuno ha conosciuto,
mare, le tue più intime ricchezze,
tanto gelosi siete d'ogni vostro
segreto. Ma da secoli infiniti
senza rimorso né pietà lottate
fra voi, talmente grande è il vostro amore
per la strage e la morte, o lottatori
eterni, o implacabili fratelli!"

3 commenti:

lisa ha detto...

Ciao charmel, il tuo blog e' diventato per me una tappa , mi incuriosisci molto come persona, mi incuriosisce il tuo modo di dire e non dire , come per esempio il post "Come can che abbaia non morde leon che sembra a..." qualcuno ti chiede chi e' il destinatario del messaggio e tu non rispondi ...anch'io sono curiosa chi e'? ehehehh ovviamente la risposta e' a tua discrezione... ma mi piacerebbe conoscerti un po' meglio. baci

charmel ha detto...

sei simpaticissima anche a me piacerebbe conoscerti meglio,se tu avessi letto con più attenzione le mie notizie online avresti capito chi è.Riprova sarai più fortunata.

lisa ha detto...

ah e' lui? L'INNOMINATO? io speravo in qualcos'altro....ufffff....vabbe'.