Visualizzazioni totali

domenica 14 febbraio 2010

Le piaghe d'egitto oggi a Paternò

Sangue.   L’acqua che diventa imbevibile,quando c'è naturalmente ,visto che spesso, nonostante sia un bene comune ne siamo  privati, il sangue come simbolo del fuoco e del calore. Siccità . Tutto ciò che viene venduto come bibita al posto delle nostre arance,i nostri politici  non hanno avuto nemmeno l'ingegno di mettere nelle scuole o negli uffici i distributori di aranciate, al posto di quelle macchinette che distribuiscono merendine americane, che ci fanno diventare come l'extra terrestre "ET"con la pancia gonfia e la testa piccola, dobbiamo dedurre che  la causa è perchè chi fa capo a codesti distributori non è amico di nessun politucolo di turno?
Rane.    Il gracidio delle rane rappresenta il rumore, il trionfo del rumore, è anche il diffondersi del pettegolezzo e delle parole inutili, o peggio,  le elucubrate dissertazioni di giullari e di buffoni che si innalzano come detentori della giustizia sociale e portatori di legalità.
Pidocchi.   Li ritroviamo nel parassitismo dei politici che nonostante i problemi più gravi che affligono la nostra città, pensano ancora ad accapararrarsi poltrone ,a nomine di assessori,a nomine di direttori artistici, di direttori generali. E più i pidocchi mangiano, più si moltiplicano e crescono, immensi mostri aracnoidi che sembrano usciti da qualche film di fantascienza, travestiti da istituzioni,li ritroviamo anche nel parassitismo nei cittadini che avallano questo sistema alimentandolo con l'ignavia e con l'indifferenza.
 Bestie feroci.   La Mafia.  i combattenti per la cattura della libertà altrui, quelli che in cambio del voto ricattano,vendono posti di lavoro,diritto non barattabile con la libertà di esprimere le proprie ideologie,quelli che favoriscono il clientelismo e il proliferarsi di ingiustizie inflitte ai più deboli.
Grandine.    La spazzatura che sta nelle strade da settimane,perchè non si trovano i soldi per pagare chi umilmente svolge il lavoro di tenere pulite le strade della nostra città, le conseguenze che sono scuole chiuse,ratti per le strade e dentro gli istituti scolastici.Il proporci i termovalorizz.... ops...gli inceneritori come fonte di energia e non come erogatori di diossina.
Cavallette.    Gli schiavi che si moltiplicano, e così pure i loro bisogni.I giovani paternesi vengono relegati nei call center,dove vengono"esaltate"le loro professionalità,una vera fucina di talenti nostrana. Troppe volte nella storia popoli poveri ed affamati di giustizia, ma prolifici e numerosi, hanno invaso i governanti ben pasciuti, rammolliti dai vizi e dai lussi..sordi al grido di chi è senza lavoro,di chi non viene pagato,di chi viene mortificato nella dignità,di chi perde il lavoro senza giusta causa. Il rischio è di un’invasione. 
Oscurità.   Il cedimento della cultura e della morale. Il sovvertimento dei valori fondamentali. L’oscurità è il diffondersi di stati d’animo negativi ,per esempio a Paternò, dei netturbini che elemosinano il loro salario come sta accadendo in questi giorni, traditi dalle istituzioni ,sbeffeggiati dai festeggiamenti carnascialeschi, organizzati, nonostante le vie piene di immondizia,per via dello sciopero  di questi ultimi senza stipendio da dicembre, la mancanza d’amore verso il prossimo indigente, l’estrema difficoltà di trovare in questa città delle persone con la quale condividere i propri ideali,delle persone che lottano per i propri diritti, per un mondo più onesto libero da egoismi e  narcisismi .
Nonostante questi segni,il faraone  ha il cuore indurito,e aspetta che l'avvicendarsi delle piaghe devasti e alimenti la morte delle coscienze,che dissesti una città che una volta era il vanto della sicilia orientale.

3 commenti:

mosè ha detto...

Cara charmel penso che realizzare un carnevale sia un evento eccezionale, tanto eccezionale ed emozionante se realizzato "dap pert ut tto" tranne che a Paternò. Scommetti che sarà un fallimento come tantissimi fallimenti di questo invidioso, geloso e mediocre habitat. Fino a quando viene premiato l'individualismo alla cooperazione, l'associazioni di compari ed elettori di famigghia, fino a quando ci saranno pregiudizio e arroganza, favoritismo e clientelismo paternò e' condannata CONDANNATA CoNdaNnAta al regresso COMMERCIALE - TURISTICO - INDUSTRIALE - SOCIALE CULTURALE.
Purtroppo il comune di Paternò toglie ai poveri e da ai ricchi... ..... sono tutte persone di alto livello è se ne fregano della povera gente che stenta a mettere un piatto caldo a tavola x i loro figli,tanto i propri figli nn conoscono cosa significa privarsi di un qualcosa.....sono i...ndigniato e disgustato x come si amministra a paternò ...vergognatevi x come state maltrattando la povera gente avete ridotto Paternò in miseria

Akille ha detto...

Salve ragazzi, vi capisco benissimo:
innanzitutto complimenti per il blog.

Purtroppo un po' in tutta la Sicilia non si riesce a fare le cose onestamente. E oserei dire in tutta Italia. Io sono di Augusta: è la stessa identica cosa.

Non credo purtroppo ci saranno soluzioni possibili a breve termine.

Miriam ha detto...

Ciao charmel,
volevo farti innanzitutto i complimenti per il blog! Condivido in particolar modo il ricordo di Anna Politovskaja e l'impegno contro la mafia.
Sono della stessa città di Achille e non posso che confermare le sue parole. Ho letto nel profilo che sei una persona di spiccati interessi; ti piacciono bei libri e bella musica

Se vuoi passa nel mio blog
o nella pagina facebook del mio sempre del mio blog, così avremo modo di fare qualche interessante conversazione.